Tentando di bypassare i Fontanazzi

Tentando di bypassare i Fontanazzi

17 nov. 2017  Sulla scia delle ricerche fatte dal nostro Maurizio Mottin qualche anno fa, sabato scorso siamo andati ad esplorare alcuni covoli in parete in Val dei Cavallini, una delle valli che dal canale di Brenta in zona Solagna, risale il Monte Grappa. La squadra esplorativa è composta oltre che da me, da Ludmila Moraru ed ovviamente Maurizio che conosce molto bene il posto avendolo frequentato fin da ragazzino prima come escursionista poi da speleologo, portandovi altri speleologi.

Prima di fare i 500 m di dislivello in salita fino alle pareti che ci interessavano abbiamo fatto tappa alle vicinissime risorgenti dei Fontanazzi, dello sviluppo longitudinale di oltre 1500 m e dislivello negativo di almeno -120 m. Studi di tracciamento hanno dimostrato che le acque che si infiltrano nell'Abisso Spaurasso che si apre quasi in punta al Grappa (1700 m slm) riemergono proprio qui dopo un lungo, inaspettato percorso. Considerando che lo Spaurasso è la grotta più profonda del Massiccio ma arriva "solo" a - 600 m di profondità e i Fontanazzi si aprono a circa 140 m slm, si capisce bene come quello che ci manca da scoprire per arrivare a percorrere il collegamento fra la grotta che inghiotte le acque e la risorgente che le riemette in superficie è una parte cospicua. Meglio dire che l'ignoto è più esteso di quanto conosciamo.  Le nostre ricerche di sabato sono dunque il tentativo di scoprire cosa sta in questo "mezzo" ancora indefinito fra grotta e risorgente dal momento anche che i Fontanazzi sono riservati agli speleosub e soprattutto a speleosub molto esperti e che le esplorazioni sono arrivate ad un limite per pochi. Nei decenni scorsi in varie fasi, questa grotta sommersa è stata esplorata principalmente dagli spelosub del GGG.

La nostra meta ha una identificazione precisa in realtà: un covolo che Maurizio aveva iniziato ad esplorare anni fa con speleologi del Geo Bassano e sembrava che potesse continuare. All'epoca lo avevano raggiunto dal basso, questa volta abbiamo deciso di calarci in parete così avremmo ispezionato anche posti nuovi. Ci inerpichiamo su per il sentiero in una giornata dalla temperatura mite. Il piacere di stare all'aperto e il peso degli zaini ci fa fare diverse pause ammirando il bel panorama, trastullandoci in mezzo ai resti di una vita contadina della quale sono rimasti solo i ruderi in un fitto bosco. Arrivati in cima, cerchiamo la parete giusta da scendere facendo piccole calate in mezzo ai ripidi pendii che fanno da ciglio alle pareti vere e proprie. Ci rendiamo conto tuttavia che raggiungere il buco in cui Maurizio aveva ancora in sospeso l'esplorazione richiede molta più corda di quanta ne abbiamo. Va beh, poco male in quanto le pareti sotto di noi alla portata dei nostri materiali odierni non le abbiamo mai viste. La prima calata non porta a nessun risultato, la seconda, una bella via di oltre 40 metri quasi tutti nel vuoto ci permette di verificare 3 covoli visti da lontano che però purtoppo chiudono e di arrivare quasi davanti ad uno grande e promettente che richiederà di fare, ormai al prossimo giro, un attrezzamento diverso per potervi entrare. Anche un'altra calata ci permette di vedere che vicino al buco meta iniziale della nostra uscita, vi sono almeno altri 3 grandi covoli molto interessanti che, ne da sotto, ne da lontano si sarebbero potuti vedere. Rientriamo verso le macchine che è già buio, ammirando il bel panorama di luci dei paesi lungo il Brenta, con i nostri zaini pesanti ora carichi anche dei punti interrogativi di  nuove cavità da esplorare. Valentina Tiberi

 

DSCN9408

Come dire: "benedizione" con l'acqua dei Fontanazzi prima delle esplorazioni

DSCN9444

Val dei Cavallini con le sue pareti ricche di covoli

DSCN9457

Fatica

DSCN9464

Alcuni covoli ben visibili dal sentiero

DSCN9480

Squadra esplorativa

DSCN9492

Rievocando chiacchiere fra comari d'altri tempi

DSCN9497

Prendendo fiato sul sentiero

DSCN9516

La Valle del Brenta

DSCN9554

Passando a cose serie: calate per cercare la parete giusta

DSCN9578

DSCN9592

Esplorando covoli sulla parete di 40 m

f499d996-fc64-4963-a15c-8fe2fcc8e044

DSCN9615

DSCN9606

Sospesi in parete

DSCN9623

DSCN9577

Tanto da esplorare

DSCN9601

DSCN9635

Appollaiate agli alberi in attesa di sentire cosa sta esplorando Maurizio

DSCN9650

Il bel rientro notturno alle macchine

DSCN9657

 

Joomla templates by a4joomla